Terremoti scontati

Questo paese ha una capacità straordinaria quando si tratta di mostrare espressioni e facce sconvolte e sorprese davanti a tragedie fin troppo annunciate. Il terremoto in Abruzzo ne è stato un drammatico esempio; la prevedibilità della catastrofe, badate bene, non riguarda certo le previsioni di alcuni personaggi ormai noti, quanto invece la situazione in cui versava l'edilizia residenziale cittadina de L'Aquila, con norme antisismiche ignorate e palazzi costruiti come castelli di sabbia al mare. L'Italia, basta conoscerla un po', è piena di mostri di cemento costruiti come enormi speculazioni in barba a qualsiasi norma di sicurezza, ignorando perizie d'ogni tipo e stravolgendo i progetti approvati nelle sedi deputate. 

Qualche anno fa lavoravo in un parcheggio multipiano sotto la Stazione di Siena, costruito con i fondi del Giubileo, scavando una voragine in un terreno franoso con infiltrazioni di ogni genere in quantità, composto perlopiù da tufo. Io non ho grandi competenze in merito, ma quando la mattina entri a lavoro, dopo una normalissima nottata di pioggia, e trovi il piano inferiore allagato sotto oltre un metro d'acqua, qualche dubbio ti viene. E le domande aumentano quando, ogni volta che piove, il sottopassaggio di fianco al parcheggio, si allaga a tal punto che spesso è stato necessario l'intervento dei pompieri per estrarre le auto rimaste bloccate dall'acqua. 

Evidentemente a qualcuno il piano sembrava troppo poco sovraccaricato, ragion per cui è stato deciso di sbranare una collina (sempre di tufo) per costruirci un centro commerciale di tre piani con due piani di parcheggio sotterraneo. E' da quando hanno iniziato i lavori che guardo quel mostro di cemento molto preoccupato. Ieri, mentre andavo da Unieuro per comprare un mouse, al posto del pavimento del primo piano del parcheggio (il secondo sotto ersa inaccessibile) ho trovato un fiume di fango e acqua. Dal soffitto si spandevano macchie scure, mentre rivoli di acqua terrosa cercavano vie di scarico inesistenti.

Cosa dobbiamo aspettare perchè qualcuno muova un dito?

Rispondi