Shhh… C’è il silenzio elettorale!

 

L'importante è non dirlo a quelli del TG2 che di questa "sacra" giornata di silenzio dedicata alla meditazione dei poveri elettori italiani danno una loro personalissima interpretazione. Mi gustavo, poco fa, l'ultima di queste ore di riposo, prima del sonno, e prima della sveglia che domani mattina, di buon ora, mi butterà giù dal letto costringendo passi assonnati verso il seggio elettorale per fare, come ad ogni elezione, il rappresentante di lista.

Sdraiato sul letto tentavo di risvegliare un qualche interesse verso quella scatola sempre più vuota che è la televisione: facevo zapping. Capitato su Rai2 mi sono fermato a guardare il TG2-Dossier che per l'occasione mostrava una serie di servizi fatti in diversi paesi d'Europa fra cui Russia, Spagna, Inghilterra, Belgio e Germania, disegnando poi, attraverso interviste e spezzoni di vita quotidiana, l'immagine del Belpaese all' estero.

Idea senza dubbio interessante, non fosse che la maniera con cui il tutto veniva affrontato era ben lontano dalla minima laicità che l'etica giornalistica imporrebbe anche nel paese delle banane. Scorsi i primi quattro servizi quello che appariva chiaro era che l'Italia era considerato un bel paese in preda ad una crisi profonda determinata, più o meno esclusivamente, dall' ingovernabilità data dalla frammentazione della scena politica che impediva le "grandi trasformazioni" che avevano fatto muovere passi da gigante all' Europa. Un immobilismo, il nostro, causato dall' assenza di forti liberalizzazioni, dal protezionismo, dalle troppe garanzie del mercato del lavoro (!).

Con l'ultimo servizio emergeva solo una cosa in modo chiaro: ci riscattiamo solo nella simpatia degli stereotipi con cui veniamo identificati. Temo che il peggiore di tutti, ed il più vero, sia la democrazia di facciata che il TG2 ha riproposto, forse non volendo, in modo ineccepibile. Nascosti dietro il bon ton e le finte regole, domani e dopodomani prenderemo, non come paese, ma come persone, l'ennesima e fortissima (temo) inculata colossale.

Rispondi