Quest’ uomo non sta affatto bene

 

I primi segnali della demenza senile si erano avuti con i primi, vergongosi, anatemi anti-rom ma dentro di noi sapevamo che il picco era ben lungi dall'esser raggiunto. Come si capisce facilmente non sono un suo fan ma ogni tanto un' occhiata al suo blog fa bene anche solo per capire cosa rigurgita il ventre molle di questa società malata. 

Capita così di vederlo (immaginandolo tronfio e pieno di se) intitolare alcuni sproloqui "comunicato politico numero ..", cercando invano di mischiare l'immaginario brigatista al mito, da lui ben lontano, di V per Vendetta. Poi viene da pensare, per esempio, che V si mascherava, come Marcos e gli zapatisti, per essere senza volto e senza altri leaders se non la lotta e gli occhi di un popolo intero. Una maschera per distinguersi nella folla. Una maschera da donare a quella folla perchè nella lotta viva la propria emancipazione. Non è che Beppe l'abbia capito troppo bene dato che l'unico camuffamento che sembra piacergli è quello che attraverso lavori di bassa qualità in Photoshop lo disegnano ieri come il Che, oggi come Zapata.

E sinceramente la bocca si riempie un po' di amarezza quando questo povero vecchietto egocentrico che blatera contro le gerontocrazie incosciente di farne parte da tempo pensa bene di riscrivere un suo personalissimo 25 aprile, lontano anni luce dalla celebrazione della Resistenza al nazifascismo (oggi attuale più che mai), in cui autocelebrare se stesso.

Io venerdì girerò per ogni piazza in Toscana che possa dimostrarsi capace di togliere quel sorriso del cazzo che Gasparri mostrava sulla faccia anche stasera su LA7 mentre rivendicava il suo passato da piccolo squadrista. Sarò, con il cuore e spero anche con il corpo, a Casa Cervi per la bellissima iniziativa di Mondine 2.0 . Sarò con tutti quelli e con tutte quelle che ancora amano la complessità delle cose e si guardano da chi tenta di dare risposte semplici che nel loro semplicismo annegano aprendo spazi alla superficialità del qualunquismo, dell' indivisualismo e del razzismo. 

9 commenti su “Quest’ uomo non sta affatto bene”

  1. Massimo rispetto per casa Cervi e le mondine, ma cosa c’è di male nel manifestare per la libertà d’informazione? Le due iniziative non sono per niente in contrasto tra loro. L’ordine dei giornalisti è stata un’invenzione fascista….bisogna abolirlo insieme alla legge Gasparri!
    Firmare per il v-day è un modo secondo me per continuare la resistenza

  2. Il 25 aprile dovrebbe essere qualcosa di diverso basato su valori ben precisi. Il vDay è il grido straziante di un mal di pancia che non si fa domande e che diventa pericoloso quando, molto spesso, viene usato contro i più deboli, a partire dai migranti.

  3. mi trovi perfettamente d’accordo!
    grillo è solo uno che pensa al lasagno !
    ma può anche darsi che tante bestialità , ne faccia una giusta (una sola eh!)

  4. Caposkaw è un fascista e in quanto tale trovo normale che non appoggi l’abrogazione della legge fatta dal camerata Gasparri.
    Non capisco in che modo il V-day attacca i migranti… l’ho scritto sul mio blog che non condivido le parole dette da Grillo in passato contro gli immigranti, ma il V-day del 25 nn centra niente con quelle parole. Il fascismo esiste tutt’ora oggi. Lo troviamo nell’informazione di regime che ci opprime e non ci fa pensare, nei privilegi dei nostri parlamentari, nella credulità di molta gente che crede a quello che gli viene detto senza un attimo pensarci.
    Per carità, anche nei “grillini” ci sono casi di gente secondo cui ogni parola detta da Grillo è legge, ma non è questo il mio caso. Secondo me domani bisogna prima andare a commemorare i vecchi antifascisti, ma poi è importante andare a firmare per il V-day, pur non condividendo tutto quello che dice Grillo. Commemoriamo il vecchio antifascismo, combattiamo il fascismo moderno!

  5. All’ultimo spettacolo è stato indecente sentire parlare Grillo dei migranti…
    E’ espressione di una cultura xenofoba e razzista e non ha nulla a che spartire con la sinistra…
    Dopodiche la festa del 25 aprile è patrimonio comune che trovo sciocco strumentalizzare… molte battaglie di Grillo sono condivisibili seppure espresse spesso con supeficialità sconvolgente…
    Ti appoggio in pieno Ale… Tutti al concerto di Casa Cervi!!!!!

  6. @Mario: fammi capire la sinistra arcobaleno secondo te avrebbe perso perchè non sostiene le idee di un egocentrico visionario che fa del populismo bieco l’unico elemento collante del suo programma para-elettorale? Cazzo, potevamo allearci con berlusconi!

  7. @akul87: non ho detto che il vday è di per se contro i migranti. Penso però, e non sono dati soggettivi a sostenere la mia tesi, che beppe grillo funga da catalizzatore del ventre molle di una società spaventata che fa della sicurezza la sua prima ricerca, seppur artificialmente imposta. Grillo è la bandiera di una visione malata e vorrebbe curare una malattia di cui fa parte a pieno, come mutazione tumorale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *