Lo so, ma ho un’ottima ragione

Lo so, lo so. in questi giorni (settimane) non sto scrivendo niente, nè qui nè su Esplosioni Sinistre. Tutti i buoni propositi se ne sono allegramente andati a puttane e questo spazio è diventato una landa desertica in cui quotidianamente hanno ancora la forza di incontrarsi cinque/sei persone per constatare l'assenza di nuovi segni di vita. A mia discolpa ho, però, un'ottima ragione. Questo blog tenta di raccontare un cammino fatto di informazione scomoda, di pensieri che si accavallano nella mente e si ripropongono minimamente organizzati nel virtuale, ma che esistono in una forma spigolosa nel mondo che sta fuori dai vostri monitor. E' proprio in quel mondo che adesso hanno più bisogno di stare: nelle mille assemblee, nelle facoltà e nelle scuole occupate, nelle manifestazioni, sputati da un megafono mentre giovani mani improvvisano pugni chiusi che non gridano identità statiche ma attacchi al cielo riscritti nella voglia di tornare protagonsti della propria esistenza.

Per questo più che una scusa quella che vi faccio è una proposta: tornerò a scrivere qua dentro, ma mai se questo significherà togliere spazio a ciò che faccio fuori di qui. Ed è proprio fuori di qui, allora, che vi propongo di incontrarci, senza doverci dire nulla, ci riconosceremo come fratelli e sorelle accumunati da uno sguardo, che sarà speranza e lotta, che sarà rabbia e amore.

Rispondi