Il nostro 8 marzo


Vorrei provare a raccontarvi una cosa, che mi è successa qualche giorno fa. Era un sabato sera come tanti in questa città. Anzi, era un 8 marzo simile agli altri, pronto a dare in pasto schiere di uomini e donne al businness dei corpi esposti, mercificati, tradotti in spettacoli che prendono scena dietro le vetrine dei palcoscenici delle discoteche, dei locali "alla moda". Erano le sei del pomeriggio, e le strade bagnate dalla pioggia, cessata un' ora prima, erano calpestate da passi veloci che attraversavano le vie principali, esitando davanti alle vetrine, come in un rito perfetto, scritto nella notte dei tempi. Anche i suoni sembravano già predisposti, già preparati. Il brusio vociante, qualche risata, tutto come da copione. Poi è successo qualcosa, qualcosa di inaspettato. Un camion, ricoperto di palloncini colorati, si è affacciato su una delle piazze principali, accompagnato da una musica allegra che suonava dalle casse installate sul retro. In mezzo al sound due ragazzi truccati distribuivano volantini e aperitivi. Gratis. Seguiva una piccola folla danzante, ornata di strani cappelli, vestiti e travestimenti che facevano del colore eccentrico la loro prima caratteristica. Un magma colorato si stava mangiando il grigiore della città. Ho visto con i miei occhi l'ingranaggio che si rompeva, l'ho sentito cigolare. Più il camion avanzava, più la diffidenza svaniva, lasciando il posto alle emozioni, il controllo ai muscoli che si tendevano, liberi, sotto il ritmo incalzante della musica. Al nostro passaggio la città prendeva vita, spezzava le catene invisibili di Matrix e ballava. Per tre ore Siena ci ha seguito, si è mischiata, si è abbracciata danzando. Per tre ore il centro di questa città è diventato Zona Temporaneamente Liberata. Un fiume colorato che praticava il suo 8 marzo per l'autodeterminazione, per la libertà di scegliere, per i diritti di tutt*******.
Alla partenza eravamo in trenta. Abbiamo finito in più di trecento. Questa è stata la presentazione del network giovani a Siena, questo è stato il nostro primo "Flash Party".

 
anche su:
www.sxnet.it
www.rabbiaeamore.net
www.redphanter.com
www.giovanicomunistitoscana.org
www.farfallerosse.org

Rispondi